lunedì 2 febbraio 2009

Verrà la Morte e avrà i tuoi occhi


Verrà la morte e avrà i tuoi occhi-

questa morte che ci accompagna

dal mattino alla sera, insonne,

sorda, come un vecchio rimorso

o un vizio assurdo. I tuoi occhi

saranno una vana parola,

un grido taciuto, un silenzio.

Così li vedi ogni mattina

quando su te sola ti pieghi

nello specchio. O cara speranza,

quel giorno sapremo anche noi

che sei la vita e sei il nulla.


Per tutti la morte ha uno sguardo.

Verrà la morte e avrà i tuoi occhi.

Sarà come smettere un vizio,

come vedere nello specchio

riemergere un viso morto,

come ascoltare un labbro chiuso.

Scenderemo nel gorgo muti.

C. Pavese

5 commenti:

Stregatto ha detto...

che sei vita e sei nulla.
Guardare i tuoi occhi allo specchio. guardare i miei. nessuna differenza.
Stupenda. Mi ricorda il mio amatissimo Pirandello!

Lorenzo ha detto...

verrà la morte
e finalmente
una nuova avventura...

Chiara ha detto...

Brivido!Bellissima!!

∞? ha detto...

l'unica cosa certa è che verrà la morte per tutti, è anche uno dei tanti motivi per cui l'infinito non esiste.

Luna_tica ha detto...

Ciao Maya, Ali di Carta non esiste più, ho modificato il link al Blog, ed ecco perchè non riuscivo a leggerti, mi sono riaggiunta ai tuoi amici, e tu per leggermi dovresti sostituire il mio vecchio link.

B_week