sabato 3 gennaio 2009

preghiera


chiedo all'essenza del mondo, nella quale fermamente credo, di farmi avere ciò che desidero. almeno in parte. perchè una parte di quel tutto forse può bastarmi. e le chiedo, se non è possibile neppure questo, di snaturarmi, allora. di scindere da me la parte senziente. la parte che più di tutte mi fa soffrire, per poter accedere con serenità a ciò che l'universo propone senza avidità. se non posso essere felice nei panni di ciò che sono, almeno che io possa esserlo nei panni che il mondo ha deciso per me. snaturami, quindi, scindi da me la parte che solo in uno ha trovato risposta. cambiami. trasformami. mutami in un essere consono al tuo scenario più solito. strappa via da me i sentimenti. e i desideri, se non quelli carnali, ai quali, ahimè non dò più dignità. mutilami degli aneliti più reconditi, e confinami (o forse sarebbe meglio dire "fammi assurgere") ai bassifondi statistici dell'umanità.

1 commento:

Stregatto ha detto...

che parole profonde e disperate...
comunque, sarà che senza quelle sofferenza tu non possa cambiare come quell'essenza vuole tu diventi..
credo sia un tuo passaggio inesorabile. Sono diciamo tutti ostacoli che hai innanzi per vedere se riesci a superarli e a vedere le cose da un differente punto di vista, che ti nobiliterà :)